Eduscopio 2020 premia gli istituti superiori della Provincia – Gianluca Quadrini – “I nostri istituti tra le eccellenze”

Anche in questo particolare 2020, la Fondazione Agnelli, ha pubblicato la classifica degli istituti che si sono distinti nella preparazione degli studenti durante l’anno scolastico.

Gli istituti della Provincia di Frosinone ottengono un ottimo risultato e a complimentarsi è il Presidente del Gruppo Provinciale di Forza Italia, Gianluca Quadrini, che in una nota afferma – “E’ un momento storico per l’istruzione, di disorientamento per i nostri studenti che si sono ritrovati catapultati in un modo di fare scuola lontano dal metodo tradizionale. Ma nonostante ciò, nella classifica di Eduscopio 2020 della Fondazione Agnelli, gli istituti superiori della nostra provincia hanno raggiunto ottimi risultati e sono tra le eccellenze italiane. Ritengo che, nell’ottica di questo anno particolare, Eduscopio, sia oggi più che mai un eccellente aiuto per tutte quelle famiglie possono avere difficoltà nella scelta dell’istituto superiore che formerà i propri figli. I miei complimenti anche al personale docente che, in questo scenario di grande complessità, alla luce dei cambiamenti attuali, si sta sforzando giorno dopo giorno a far si che questi portino a costruire qualcosa di positivo e possano essere un’opportunità per i giovani studenti. “

Leggi tutto...

Gianluca Quadrini si unisce  e appoggia la proposta del  Sindaco Anselmo Rotondo per la riapertura dell’ospedale di Pontecorvo.

Il presidente del Gruppo Provinciale di Forza Italia, Gianluca Quadrini, continua a battersi sull’apertura delle strutture ospedaliere chiuse nella provincia e in sintonia con il Sindaco Anselmo Rotondo, sposa la proposta della riapertura del polo ospedaliero di Pontecorvo – “mi trovo pienamente d’accordo con la proposta dell’amico Rotondo, che, con giusta causa, preme per la riapertura dell’ospedale della sua città per i pazienti no-covid. Una struttura che può ospitare circa100 posti letto, in un momento in cui i contagi non si arrestano ma si registrano numeri terribili, non può continuare a non funzionare. Strutture come quella di Pontecorvo ricoprono in questa emergenza un ruolo fondamentale. La politica non può continuare a non muovere un dito di fronte ad una situazione così grave. Mi appello a chi ha l’obbligo di impegnarsi, a chi ha il dovere di tutelare il diritto alla salute dei propri cittadini affinchè rendano operativi ulteriori posti letto in strutture ospedaliere no-covid. Mi stringo e appoggio la proposta del Sindaco Rotondo, si deve agire al più presto, prima che la situazione precipiti del tutto.” Così Gianluca Quadrini in una nota.

Leggi tutto...

“Il polo ospedaliero di Anagni deve essere al più presto riaperto” – l’appello di Gianluca Quadrini alle istituzioni

Il Presidente provinciale del Gruppo Forza Italia, Gianluca Quadrini, in piena sintonia con il Sindaco di Anagni, Daniele Natalia, sposa la causa per la riapertura tempestiva del polo ospedaliero di Anagni. – “Bene ha fatto il Sindaco Natalia a tenere alta l'attenzione sul tema della Sanità Cioc

Leggi tutto...

QUADRINI: “UN CONGRESSO NON E’ UN COLPO DI STATO, SERVE PER CONDIVIDERE STRATEGIE NON PER CONTARSI OPPURE ORGANIZZARE IMBOSCATE”.

Per quale motivo chiedere la celebrazione di un congresso provinciale o di un’assemblea pubblica viene visto come una sorta di colpo di Stato? Non è così. Anzi, credo che un evento del genere (ovviamente da celebrarsi in videoconferenza e con il rispetto delle normative anti Covid) andrebbe nella direzione di quella democrazia partecipata che sta nel Dna di Forza Italia. Fra l’altro in provincia di Frosinone l’unico partito che celebra i congressi in maniera sistematica è il Pd e sinceramente sono stufo di lasciare a loro il monopolio di questo tipo di manifestazioni. Noi siamo un partito moderato, centrista, cattolico. Esprimiamo una classe dirigente di primo livello, abbiamo sindaci e amministratori: un confronto globale sul da farsi sarebbe assolutamente necessario. Il sottoscritto, unitamente a Gioacchino Ferdinandi, aveva messo in programma un “tour” per incontrare gli amministratori e ragionare con loro sul da farsi. Poi l’esplosione della seconda ondata Covid ha bloccato il progetto. Che però resta valido. Quando l’amico Anselmo Rotondo chiedeva un coordinatore provinciale unico, non lo ha fatto per delegittimare chi guida il partito. Lo ha fatto perché esiste la necessità di avere una figura che abbia il tempo di dedicarsi a Forza Italia in Ciociaria h24. Oggi l’amico Rotondo con la sua sospensione dal partito ci ha dato un segnale che deve essere assolutamente attenzionato. Va immediatamente aperto un dialogo e programmato un confronto all’interno del partito che tenga presente tutte le sfumature e prenda in considerazione tutte le sensibilità. Forza Italia non può permettersi di perdere una figura storica come quella di Anselmo Rotondo, sempre coerente con le sue scelte, Sindaco importante di questo partito che con la sua decisione dimostra che in questo partito manca la condivisione e l’ascolto.

Leggi tutto...

“Osserviamo le regole e non abbassiamo la guardia.” Gianluca Quadrini commenta la Regione Lazio in fascia gialla.

“Il DPCM del 3 novembre inserisce la Regione Lazio all’interno della zona gialla, questo non vuol dire che siamo una zona non soggetta a rischio, anzi il virus continua ad avere numeri significativi. Per questo è importante osservare le regole di prevenzione e non abbassare la guardia, soprattutto per salvaguardare le persone fragili. Abbiamo imparato in questi mesi ad usare la mascherina e a rispettare le distanza, dobbiamo continuare a farlo. “

Gianluca Quadrini - “Mi appello al buon senso di chi ci amministra per garantire la salute dei cittadini”

“Sono fortemente preoccupato per la situazione e lo stato della sanità provinciale e delle strutture ospedaliere.” In una nota il Presidente del Gruppo Provinciale di Forza Italia, Gianluca Quadrini- “ In tutti questi mesi si sarebbe dovuta fare una analisi per verificare il reale stato dei servizi sanitari e delle strutture per individuarne i problemi, soprattutto in virtù di una provincia strategica come la nostra. E invece, ci troviamo ancora oggi, con un virus che ha la capacità di diffondersi così rapidamente da non aspettare le decisioni delle istituzioni, a non riuscire a dare risposte adeguate ai bisogni dei nostri cittadini.”

“In tutto questo tempo, si dovevano mettere in campo delle misure eccezionali per far fronte a simile emergenza ed evitare che il sistema sanitario collassasse. Registriamo, invece, liste di attesa lunghissime per visite ordinarie, impossibilità di recarsi in ospedale o al pronto soccorso perchè affollati e sottopressione. Più volte, in questi mesi mi sono fatto portavoce di queste criticità, perché stando con la gente e tra la gente capisci quanta paura e quanto disagio si sta vivendo in momento come questo. La nostra provincia presenta alcune strutture ospedaliere chiuse che potrebbero essere da ricovero e da isolamento per pazienti infetti e alleggerire in questo modo le strutture primarie così da poter continuare le attività di routine. Perché continuare a tenerle chiuse? L’appello è quello di intervenire al più presto per garantire la salute dei cittadini e mi rivolgo ai nostri governatori, al buon senso di chi ci amministra. Questo è fare politica.”

Leggi tutto...

I Consiglieri di minoranza Gianluca Quadrini, Fabio Forte e Mauro Iafrate a seguito del Consiglio Comunale ad Arpino per il dissesto finanziario – “incapacità politico-amministrativa di applicare il piano di riequilibrio finanziario del 2013”

Leggi tutto...

Il Presidente Antonio Tajani annuncia l’apertura dello sportello dei finanziamenti europei in provincia di Frosinone. I Consiglieri Quadrini e Ferdinandi soddisfatti perché portavoce di questa esigenza.

La crisi economica prima e l’emergenza sanitaria dopo hanno dato un duro colpo al mondo dei liberi professionisti ma anche agli enti locali. Portavoce di questa criticità che affligge ormai da tempo il nostro territorio sono stati i due consiglieri provinciali di Forza Italia, Gianluca Quadrini e Giocchino Ferdinandi, che nella mattinata sono stati convocati nella sede nazionale del Partito da Presidente Antonio Tajiani.

“L’esigenza di oggi è quella di veicolare i finanziamenti europei, soprattutto quelli destinati al Covid derivanti da recovery fund”. In una nota il Presidente provinciale del Gruppo di Forza Italia, Gianluca Quadrini a seguito dell’incontro con il Presidente Tajani. “ Il mondo delle partite iva, dei liberi professionisti, da anni risentono della crisi che affligge il nostro paese e da troppo tempo sono tra le categorie meno tutelate. Ovviamente a peggiorare la situazione oggi c’è una crisi sanitaria in atto che ha costretto molti di loro a chiudere la propria attività. Il nostro obiettivo è quello di porre in essere le misure economiche più opportune per tutelare tali categorie e supportare gli amministratori locali affinchè possano essere costantemente aggiornati in merito alle possibilità di finanziamenti derivanti dai programmi e dai bandi europei.” “La nostra è stata una richiesta importante tanto da far annunciare dal Presidente Antonio Tajani l’apertura di uno sportello dei finanziamenti europei e recovery fund proprio in provincia di Frosinone.”

I Consiglieri Quadrini e Ferdinandi si mostrano molto soddisfatti per l’esito dell’incontro avuto a Roma, lo stesso Ferdinandi afferma – “ Siamo molto soddisfatti per questo importante confronto e soprattutto per questo presidio che in un momento di difficolta, sia per le partite iva che per gli enti locali, rappresenta una grande opportunità. Ricordiamoci che le Partite Iva sono il motore della nostra economia così come il buon governo del proprio territorio che deve avere l’opportunità di acquisire informazioni utili in tempi brevi. Vedere che la nostra richiesta è stata accolta con la notizia dell’apertura di uno sportello per i finanziamenti europei nella nostra provincia ci fa ben sperare e capire che nonostante il periodo complesso c’è ancora la possibilità di fare bene.”

Leggi tutto...

Bisogna modificare l’ultimo DPCM prolungando l’orario di apertura delle attività di bar, ristoranti – questo l’appello al Governo e ai parlamentari dell’opposizione  di Gianluca Quadrini.

“Si riveda il limite di orario per la chiusura delle attività che l’ultimo DPCM del 27 ottobre ha imposto alle ore 18” – così Gianluca Quadrini, Presidente del Gruppo Provinciale di Forza Italia si rivolge al Governo e ai Parlamentari di opposizione affinché modifichino l’ultimo decreto emanato relativamente all’orario di chiusura delle attività.

“Il blocco della ristorazione, dei bar, delle altre attività e di tutta la filiera che ruota intorno a queste comporta una gravissima perdita economica per tutto il Paese. Ognuno di noi è consapevole del difficile momento che ci troviamo ad affrontare e della difficile impresa per arginare una situazione che vede un virus in costante crescita ma il compito di noi amministratori è quello di aiutare e tutelare i nostri cittadini con un occhio vigile affinchè si rispettino le regole. Con la fine del look down di maggio, gli imprenditori di questo settore si sono dimostrati persone responsabili, rispettando i protocolli sanitari che la normativa imponeva. Le attività sono state organizzate per un’apertura in totale sicurezza, sono stati investiti soldi per le sanificazioni, limitati in maniera considerevole i posti a sedere, è stata prestata massima attenzione al rispetto delle distanza. Seppur si è ripresa l’attività non a pieno regime, nel corso di questi mesi la voglia di lavorare ha prevalso sullo sconforto, quello stesso sconforto che oggi purtroppo si legge sul volto di ognuno dei commercianti chiamati a fare i conti con il nuovo decreto.”

In conclusione Quadrini si appella al buon senso del Governo e affinchè i parlamentari dell’opposizione si facciano sentire – “ Queste piccole imprese rappresentano dei presidi economici per il nostro paese e a volte, soprattutto nelle piccole realtà, sono l’unica fonte di reddito. La chiusura anticipata significa togliere un gran parte degli incassi e non è giusto. Per questo chiedo che venga rimodulato il decreto, prolungando l’orario di apertura di queste attività. Con la disperazione e la rabbia che sta crescendo, continuare con questa linea sarebbe una scelta disastrosa. La condanna a morte per migliaia di imprese sta causando una nuova emergenza che insieme al ritorno della pandemia sta mettendo in ginocchio un Paese bello e amato come il nostro. Ridiamo respiro alla nostra gente.”

Leggi tutto...