Carenza di personale negli istituti penitenziari della provincia di Frosinone – Gianluca Quadrini, Presidente del Gruppo della Lega in Provincia esorta le istituzioni a nuove assunzioni.

Si registra negli istituti penitenziari della provincia di Frosinone, e non solo ma anche in tutto il Lazio, una grave carenza di personale. La protesta, da parte del personale in servizio, si sta facendo insistente e a tornare sull’argomento è il Presidente del Gruppo Provinciale della Lega e Presidente della Commissione Ambiente in Provincia, Gianluca Quadrini, che in una nota esorta le istituzioni ad agevolare il lavoro della polizia penitenziaria e a trovare fondi per sopperire a questa carenza – “ Una carenza importante e a livelli allarmanti. La situazione degli istituti penitenziari della nostra provincia si sta facendo sempre più disagevole nei riguardi di chi oggi si trova a dover coprire doppi turni a fronte di una retribuzione non adeguata. Oggi, gli istituti penitenziari sono pieni di detenuti e senza le risorse necessarie.” “Pertanto – continua Quadrini – ritengo necessario che gli organi istituzionali decidano, con estrema urgenza, di predisporre risorse economiche e di avviare una campagna di assunzioni adeguata alla mole di lavoro che gli agenti di polizia penitenziaria si trovano dover affrontare.”

Accordo tra la Provincia di Frosinone e il Cnr – “Una grande opportunità per le nostre aziende a tutela dell’ambiente” – il commento del Presidente del Gruppo Provinciale della Lega e Consigliere del Direttivo con delega allo sviluppo economico Anci Lazio, Gianluca Quadrini.

Un accordo firmato tra la Provincia di Frosinone e il Cnr a tutela dell’ambiente e dello sviluppo economico della provincia.

A seguito dell’incontro, avuto ieri tra il Presidente Antonio Pompeo e il Direttore del Cnr, Francesco Petracchini, riguardo le autorizzazioni ambientale che consentono di non frenare lo sviluppo economico industriale del nostro territorio, il Presidente del Gruppo Provinciale della Lega e Consigliere del Direttivo con delega allo sviluppo economico Anci Lazio, Gianluca Quadrini, commenta quanto accaduto come una grande opportunità di ripresa per il territorio. – “Si tratta di un’azione concreta, frutto dell’impegno e del lavoro da parte della Provincia di Frosinone verso le nostre aziende. Ma non solo, in questo modo si incentiverà anche lo sviluppo di nuovi siti produttivi, in quanto la aziende possono finalmente avere delle linee guida per il rilascio delle autorizzazioni uniche ambientale, con una semplificazione burocratiche e una diminuzione dei tempi di attesa. Il nostro territorio finalmente può respira aria di ripresa e di crescita, grazie a questa azione che renderà la vita più facile a migliaia di aziende e darà ai cittadini la tranquillità di vivere in un ambiente sano.”

Fallimenti ed  usura per molte aziende della ciociaria – l’appello del Presidente del Gruppo Provinciale della Lega, Gianluca Quadrini, a monitorare questa situazione.
 
La crisi ha spinto molte aziende sull’orlo del fallimento e in  provincia di Frosinone  si registra un numero eccessivamente alto di imprese che rischiano la chiusura o, peggio, sono a rischio usura. A riflettere su questa situazione è il Presidente del Gruppo Provinciale della Lega e , Gianluca Quadrini, che accende i riflettori su questo tema, nonché sui risvolti, anche sociali che coinvolgono le realtà del nostro territorio. “Un vortice per molti senza uscita” – lo definisce il Presidente Qaudrini -  “Purtroppo quando viene a mancare la liquidità per un’azienda e il conseguente indebitamento, cadere nelle mani degli usurai è molto facile. Oggi viviamo un periodo difficile, il costo delle materie, l’aumento delle bollette  gravano pesantemente sul settore dell’imprenditoria. A pagarne le spese più care sono i piccoli imprenditori e gli artigiani. Loro sono le categorie più a rischio che vanno tutelate. Vanno tutelate da tutti quei fenomeni illegali che impattano pesantemente su tutto il sistema economico sociale.” In conclusione Quadrini sollecita ed esorta lo stato a non chiudere gli occhi, ad attenzionare al massimo il problema – “ Lo Stato deve intervenire per impedire il dilagarsi di questi fenomeni.  Deve mettere  a disposizione la liquidità che serve ad incrementare il fondo per la prevenzione dell’usura per  agevolare l’accesso al credito per chi è in difficoltà. È fondamentale invece collaborare e non abbassare mai la guardia.”

Emergenza cinghiali -  il Presidente del Gruppo Provinciale della Lega, Gianluca Quadrini, scrive all’assessore regionale, Enrica Onorati, per sollecitare ad una soluzione immediata.
 
I cinghiali continuano ad invadere pesantemente tutto il territorio regionale. Una situazione non più tollerabile e che desta preoccupazione da parte dei cittadini che continuamente chiedono interventi. Più volte, il Presidente del Gruppo Provinciale della Lega, Gianluca Quadrini, ha sollecitato le istituzioni ad intervenire.  - “si tratta di una vera e propria invasione dei centri urbani e delle campagne dei nostri territorio” – commenta il Presidente Quadrini, rivolgendosi all’assessore all’agricoltura della Regione Lazio, Enrica Onorati. “Quella dei cinghiali ormai è diventata un’emergenza che mette in pericolo la sicurezza dei nostri cittadini, il lavoro dei nostri agricoltori e il decoro urbano delle nostre città.  Siamo difronte ad animali selvatici, che divorano tutto perchè fuori controllo e  affamati. Nella nostra regione questo problema sta diventando dilagate e preoccupante. Chiedo al ministro dell’agricoltura della Regione Lazio, Enrica Onorati, di intervenire in maniera responsabile, battendosi con le istituzioni di governo affinche si intercettino dei piani di controllo in tutte le zone della nostra regione.” 
Conclude Quadrini sollecitando l’assessore regionale all’agricoltura  a prendere un serio impegno con la cittadinanza- “ che si intervenga con urgenza per tutelare l’economia agricola e garantire sicurezza ai nostri cittadini. Non è più tollerabile questa attesa infinita. Ora è il momento di prendere un impegno preciso e portarlo a termine.”

Sora – aggressione all’infermiere e all’ autista dell’ambulanza. Il Presidente del Gruppo Provinciale della Lega, Gianluca Quadrini, interviene sollecitando maggior controllo nelle strade della città.

Nel giro di pochi giorni, nella città di Sora, si sono verificati due spiacevoli casi che destano preoccupazioni nei cittadini. Questa volta, i protagonisti dell’aggressione sono stati un infermiere e l’autista dell’ambulanza mentre facevano rifornimento al mezzo. In merito, il Presidente del Gruppo Provinciale della Lega, Gianluca Quadrini, interviene mostrando solidarietà agli operatorie e sollecitando più controlli in città per la sicurezza e la tutela dei cittadini – “ è un fatto spiacevole quello accaduto nella città di Sora. La mia solidarietà va agli operatori sanitari per questa ingiustificata aggressione. Nel giro di pochi giorni nella città di Sora si sono registrati due casi anomali di attacchi a cose e persone e la questione sicurezza sta diventando molto sentita tra le persone. Bisogna rafforzare la collaborazione tra istituzioni, forze dell’ordine e l’uso combinato di sistemi tecnologici per tutelare l’incolumità dei cittadini e garantire la sicurezza in città. Sono sicuro che l’amministrazione comunale non prenderà sottogamba quanto accaduto e affronterà come tema prioritario le politiche pubbliche di sicurezza, investendo sul personale e sulla giusta strumentazione affinchè i suoi cittadini siano liberi di camminare senza sentirsi minacciati.”
 
 
 
 


Elezioni Regionali Lazio 12-13 Febbraio 2023

vota2023 quadrini