Un interessante incontro si è svolto questa mattina a Sant’Andrea del Garigliano presso l'Istituto Comprensivo Statale San Giorgio a Liri plesso di Sant' Andrea del Garigliano alla presenza del Sindaco dott. Giovanni Rossi. In questa scuola viene applicato il cosiddetto metodo d'insegnamento della "Classe capovolta". In pratica gli alunni vengono sostenuti nello svolgimento dei propri studi soprattutto in classe, coinvolgendoli in gruppi organizzati. Una tecnica che prevede un lavoro teorico a casa attraverso video lezioni o materiale pubblicato su sito dagli insegnanti e in classe gli alunni lo mettono in pratica sviluppando quello che una volta era il compito di casa.

Stentano a placarsi le proteste sull’ambulatorio vaccinale di Isola del Liri, situato presso lo stabile ex Inam. Più volte ormai sono state rese note le criticità legate al servizio vaccinale ivi collocato, quali il sottodimensionamento dell’organico e dei lunghi tempi di attesa ma anche quelle logistiche, in merito alla sicurezza statica del fabbricato e alla inadeguatezza delle misure di sicurezza antincendio con riferimento alla sicurezza sul lavoro. La tipologia di organizzazione con cui si procede a fissare gli appuntamenti, inoltre, basata su una procedura di una calendarizzazione sta generando non poca confusione tra le famiglie del comprensorio. Diversi sono i genitori che lamentano la difficoltà a comunicare con il personale anche solo per prendere un appuntamento o disdirlo in caso di malattia del bambino, visto che telefonicamente è impossibile contattare il centro. Tranne il martedì giorno non riservato alla vaccinazione.

L'ex sito di compostaggio 'Biocom', situato nel comune di Castrocielo e specializzato nel trattamento dei rifiuti che è stato più volte sotto la lente di ingrandimento per la pericolosità, torna alla ribalta in questi giorni. Quello che si vuole cercare realmente di capire è se in quel sito completamente abbandonato e situato a due passi dall'area archeologica, siano stati solo trattati rifiuti organici oppure possa esserci ‘dell'altro’. L’allarme che si è creato è dovuto proprio alla scoperta preoccupante di discariche di rifiuti nocivi e spesso tossici di natura industriale che, a detta di alcuni testimoni e secondo elementi anche di deduzione abbastanza fondati debbono farsi risalire anche a dieci anni fa. Questo occultamento inoltre è preoccupante sia per l’elevato volume sia per la profondità cui i rifiuti sono stati interrati.


Pagina Facebook Gianluca Quadrini

Pagina Facebook XV Comunita Montana Valle del Liri