Il consigliere provinciale, Gianluca Quadrini, vicino agli studenti che in questi giorni stanno protestando per la doppia turnazione a scuola – “Non lasciamoli soli ma ascoltiamoli perché loro sono la nostra vera ripartenza”

Continuano le proteste da parte degli studenti per i doppi turni nelle scuole. Un appello al ritorno alla normalità, alla difesa del diritto allo studio che sembra condividere anche il consigliere provinciale, Gianluca Quadrini, che in una nota si mostra vicino ai ragazzi e solidale con il mondo della scuola.

“Oggi, a circa un mese dall’inizio dell’anno scolastico, invece di concentrarsi sul programma e recuperare delle lacune che la didattica a distanza ha inevitabilmente evidenziato, la scuola risulta essere ancora disorganizzata e non in grado di garantire la ripresa delle attività didattiche in presenza in tutta sicurezza. Significa che in tutto questo tempo si è lavorato senza tenere conto delle esigenze degli studenti, senza tenere conto che nell’ultimo anno e mezzo sono stati costretti a confrontarsi senza stare insieme, rinunciando a quei rapporti di legame quotidiano ai quali erano abitati e affezionati. Oggi chiedono di ritornare alla normalità difendendo il loro diritto allo studio.” In conclusione Quadrini lancia un appello a non lasciare soli gli studenti “I nostri ragazzi non devono sentirsi abbandonati, non lasciamoli soli ma ascoltiamoli perché loro sono la nostra vera ripartenza.”

Gianluca Quadrini  in linea con il  sindaco Rotondo contro l’aumento delle tasse. 

A seguito dell’intervento del Sindaco di Pontecorvo, Anselmo Rotondo, sulla completa disapprovazione dell’aumento delle tasse per i cittadini, anche il consigliere provinciale, Gianluca Quadrini, dice la sua e esorta gli amministratori locali a difendere i diritti dei propri cittadini. In una nota - 
“Volevo esprimere la mia approvazione e il mio sostegno  per  Anselmo Rotondo che si schiera, in qualità di sindaco, dalla parte dei suoi cittadini contro l’aumento delle tasse. Una voce che gli amministratori locali dovrebbero far sentire con gran forza.  Siamo stati attori di una crisi economica generata dalla pandemia, oggi siamo spettatori di decisioni che potrebbero avere pesantissime ripercussioni sui bisogni dei cittadini. Sovraccaricare di tasse ritengo sia un colpo molto basso alle spalle degli italiani. L’aumento della tassa sulla casa, già abbastanza supertassata, si tratterebbe di un salasso per molti insostenibile, così come gli aumenti sulle bollette di luce e gas. Mi adopererò per sensibilizzare le amministrazioni locali esortandole a mettere in campo tutte le risorse disponibili per  evitare un ulteriore periodo buio per i cittadini e per il territorio.”

Aeroporto di Frosinone – “Un volano di crescita e di sviluppo per il nostro territorio” – così il consigliere provinciale, Gianluca Quadrini, commenta dopo il convegno organizzato dall’Arpaf

 
Si è svolto ieri, presso l'Auditorium di via Madrid, il convegno organizzato dall’Arpaf,  per la realizzazione dell'Aeroporto a Frosinone. A partecipare all’evento anche il consigliere provinciale Gianluca Quadrini che in una nota commenta – “ La realizzazione del terzo scalo aeroportuale a Frosinone è un‘occasione che il nostro territorio non può perdere. Come già sostenuto in precedenza, si tratta di un’opportunità in termini occupazionali, di infrastrutture, del turismo e di tutto l’indotto della provincia, andando a sfruttare in questo modo delle risorse che fino ad oggi sono passate in secondo piano. Non dimentichiamo la posizione strategica di Frosinone, a breve distanza dalla capitale, con un casello autostradale e una rete ferroviaria, vicino all’importante polo industriale del basso Lazio. Tutti fattori che  evidenziano come la realizzazione dell’aeroporto sarebbe un volano di crescita e di sviluppo per l’economia del territorio.” In conclusione Quadrini invita tutte le forze politiche, locali e non, ad unirsi in sostegno di questo progetto. – “Per questo sostengo fortemente questo progetto e mi appello a tutte le forze politiche ad unirsi affichè non si perda questa grande opportunità. La presenza dell’aeroporto sarebbe valore essenziale per le strategie e le politiche di sviluppo  economico del nostro territorio.”

ARPINO – “Non si può che essere soddisfatti di fronte ad opere pubbliche utili” - così Gianluca Quadrini commenta con entusiasmo l’approvazione dei lavori di ampliamento e urbanizzazione di via Moncisterna.

 
Gianluca Quadrini, consigliere provinciale e comunale, già presidente e commissario della 15esima Comunità montana di Arce, plaude al completamento della procedura che ha portato all'assegnazione dei lavori di ampliamento e urbanizzazione del tratto di strada che ricade in territorio di Arpino, tra le località Vallefredda e Nazareth.
 
“Spero che i tempi vengano rispettati ed entro la fine dell'anno via Moncisterna possa essere percorsa nei due sensi di marcia.”  - Così commenta il Consigliere Provinciale Gianluca Quadrini che continua affermando – “Ricordo le sollecitazioni dei cittadini che a più riprese suggerivano ed il progetto. Si conclude un iter iniziato con un progetto nel 2018 e l'intervento si concluderà con la realizzazione dell'opera messa in cantiere tempo fa - aggiunge Quadrini - Quindi i primi passi per arrivare alla realizzazione dell'opera ed ora apprendo che lunedì prossimo partiranno i lavori. Non si può che essere soddisfatti di fronte ad opere pubbliche utili che, oltre ad ottenere l'apprezzamento e la condivisione dei cittadini e delle due amministrazione civiche, rappresentano una possibilità di crescita ulteriore per il territorio. Al termine dei lavori le due città saranno molto più vicine, con vantaggio per entrambe. Auspico - ribadisce Quadrini - che non intervengano problemi o intoppi in modo da completare quanto prevede il progetto. Sarà un bel regalo di Natale per molti automobilisti ed una promessa mantenuta dal sottoscritto che tanto a cuore ha la sorte del proprio paese e di tutta la comunità.”
 
Per gli abitanti del comune di Arpino è certamente una buona notizia, risultato dell’impegno e dell’attenzione che il consigliere Quadrini ha dimostrato nel tempo verso il suo territorio e la sua città, fornendo risposte alle istanze e ai bisogni del suoi cittadini.

Il futuro di Stellantis preoccupa il consigliere Gianluca Quadrini che invita le istituzioni territoriali ad unirsi per coinvolgere i vertici nazionali.

Ancora preoccupazione e incertezza intorno a Stellantis e al futuro dei suoi lavoratori. Gli esuberi registrati alla Sevel di Atessa lasciano perplessità anche per le sorti dello stabilimento di Piedimonte San Germano e, in merito a questo argomento, il consigliere provinciale, Gianluca Quadrini, lancia un appello e sollecita le istituzioni a prendere al più presto in mano la situazione – “ purtroppo si torna a parlare di crisi lavorativa e di conseguenza occupazionale percependo una forte preoccupazione per migliaia di famiglie le sorti del nostro territorio e dell’intero indotto industriale. Dietro l’orizzonte Sevel di Atessa si profila un periodo di grande difficoltà per lo stabilimento di Piedimonte San Germano. I tagli previsti avranno non poche ripercussioni sull’intero settore dell’automotive e di tutte quelle imprese direttamente collegate e legate allo stabilimento. Personalmente considero preoccupante, tanto quanto la situazione che vive il territorio, il mancato intervento delle istituzioni. La politica territoriale deve unirsi e far sentire la sua voce a livello nazionale intercettare tutti quegli interventi necessari a trovare delle misure risolutive. Più volte, la Regione è stata interrogata e sollecitata ad intervenire. Non si possono lasciare i nostri giovani, i lavoratori in balia dell’incertezza. Bisogna tutelarli e per far si che ciò accada bisogna studiare un piano che favorisca l’intera filiera dell’automotive e che riconsideri la capacità dei livelli occupazionali. Solo così si riuscirà ad avere la consapevolezza che le azioni messe in campo oggi determineranno il futuro del nostro territorio e dei nostri giovani.”

Gianluca Quadrini, si congratula con Benedetto Leone per l’entrata nel consiglio comunale di Cassino.

Dopo la notizia dell’entrata di Benedetto Leone nel consiglio comunale di Cassino, anche Gianluca Quadrini, Presidente del Gruppo Provinciale, si congratula e in una nota gli augura un proficuo lavoro – “ Ho appreso con entusiasmo questa notizia perché considero Benedetto Leone una persona valida e determinata, che ha sempre dimostrato passione e impegno verso la sua comunità. Il mio augurio è che il suo percorso politico continui in questa direzione.”

Gianluca Quadrini si congratula con il nuovo Rettore dell’Università degli Studi  di Cassino e del Lazio Meridionale

L’Ing. Marco Dell’Isola è il nuovo Rettore dell’Università degli Studi  di Cassino e del Lazio Meridionale, con l’occasione, Gianluca Quadrini, Presidente del Gruppo Provinciale, si congratula ed esprime i suoi auguri di un proficuo lavoro al neo eletto – “Esprimo le mie più sincere congratulazioni al collega, Ing. Marco Dell’Isola,  per essere stato nominato  Rettore dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale. Avere una figura come quella dell’Ing. Dell’Isola   a capo di una realtà formativa come l’Università di Cassino è un segnale importante e di grande spessore perché l’apporto che verrà dato da una personalità come la sua sarà sicuramente sinonimo di una ulteriore crescita accademica e di sviluppo di risorse per tutto il nostro territorio. I miei più sinceri auguri di buon lavoro.”

Gianluca Quadrini, esprime solidarietà per Angelo Carinci

 
"Solidarietà ad  Angelo Carinci per le minacce ricevute. Ho apprreso con sgomento quanto di grave sia accaduto e auspico che si tratti solamente di un fatto isolato. Questa vicenda rappresenta la mancanza di serenità che si deve avere per rapprresentare al meglio i bisogni della cittadinanza ma anche comportamenti che minano il vivere bene di una  città.  Auspico che le vicende politiche del nostro territorio continuino a svolgersi attraverso un dialogo aperto perche le diversità di opinioni e di idee politiche si sono sempre dibattute attraverso il confronto." - Così Gianluca Quadrini, esprime vicinanza all'ex vicesindaco di Isola Liri, Angelo Carinci,a seguito delle minacce ricevute.

Lascio Forza Italia. In questo momento l’amarezza e la delu­sione sono i sentime­nti prevalenti: è st­ato il mio unico vero partito in questi anni. Ma non ci sono più le condizioni per restare. E non ce­rto per responsabili­tà del sottoscritto». Così Gianluca Quad­rini, capogruppo deg­li “azzurri” alla Pr­ovincia. Nel partito era rientrato nel 2019, come vicecoordi­natore regionale. In­dicato direttamente dal senatore e coord­inatore regionale Cl­audio Fazzone. Poi la frattura con lo st­esso Fazzone.

Spiega Quadrini: «S­ono stato eletto con­sigliere provinciale con il voto di 180 amministratori. Alla Comunità Montana ve­nni eletto presidente con il voto di olt­re 50 amministratori. Quando mi sono can­didato come consigli­ere comunale non ho mai avuto problemi ad ottenere consensi. Anche quando, non in Forza Italia, mi sono cimentato con le politiche e le regi­onali, ho dimostrato di prendere consens­i. Quando sono rient­rato nel partito ho avuto un solo obiett­ivo: aggregare e cer­care di far aderire sindaci e amministra­tori locali. E ho fa­tto centinaia di tes­sere. Purtroppo sono stato bersagliato da critiche e polemic­he interne, che fran­camente faccio fatica a spiegare. Anche perché spesso sono arrivate da esponenti che io stesso avevo indicato in ruoli apicali. Forse ha da­to fastidio il fatto che avessi aggregat­o?».
Le indiscrezioni (a­utorevoli) danno Gia­nluca Quadrini ad un passo dalla Lega. Lui però spiega: «Sono stato contattato da altri partiti di centrodestra. Sto val­utando. Se mi ricand­iderò alle provincia­li? Certamente sì. Ma potrei anche scend­ere in campo per alt­re elezioni». Gianlu­ca Quadrini non lo dice, ma è chiaro che il riferimento è al­le regionali. Nota ancora Quadrini: «Se sono un individualis­ta? Ma questa franca­mente è una storiella priva di fondament­o. Ho sempre creduto al gioco di squadra e in quell’ottica mi sono mosso. Un ese­mpio su tutti: alle europee ho dato il mio contributo all’el­ezione di Salvatore De Meo. E ne sono fi­ero. Ringrazio il se­natore Maurizio Gasp­arri, che mi ha onor­ato della nomina a vicecoordinatore nazi­onale degli enti loc­ali di Forza Italia. Un gesto importante, ma qualcosa si era rotto. Irrimediabil­mente. D’altronde, come presidente della Comunità Montana mi è stata data una sp­allata politica diff­icile da capire e di­menticare. Anche suc­cessivamente non sono mancate critiche e prese di distanza da quella che era sta­ta la mia attività amministrativa. Non potevo continuare a fare finta di nulla. La delusione c’è, in­utile nasconderlo. Credo però che i vert­ici di Forza Italia dovrebbero riflettere sul fatto che in tanti hanno lasciato il partito in questi ultimi anni. Forse la favoletta che Gia­nluca Quadrini è il “cattivo” non regge». Quindi Quadrini ag­giunge: «Ad un certo punto ho ritenuto opportuno fare presen­te la situazione ad esponenti di primo piano nazionale del partito. Non per chie­dere la “testa” di qualcuno, ma semplice­mente per favorire interventi che teness­ero tutti dentro al partito. Non ho risc­ontrato alcuna presa di posizione vera. E men che meno un in­tervento. Così come non ci sono stati ch­iarimenti. Mai. La classe dirigente di un partito dovrebbe avere come imperativo categorico quello di coinvolgere, aggre­gare, motivare, ricu­cire. Ad ogni modo le cose sono andate in questo modo. Ho da­to tutto quello che potevo dare in questi anni. Quindi sotto questo punto di vis­ta non posso rimprov­erarmi nulla». A que­sto punto si attende soltanto l’ufficial­izzazione dell’adesi­one alla Lega di Gia­nluca Quadrini. Part­ito al quale, con pr­ovenienza Forza Ital­ia, sono arrivati i sindaci Nicola Ottav­iani (Frosinone) e Anselmo Rotondo (Pont­ecorvo), il consigli­ere regionale Pasqua­le Ciacciarelli e il capogruppo al Comune capoluogo Danilo Magliocchetti.