Quadrini e Ferdinandi, due visionari che sull’Alta Velocità avevano visto lungo

Tra polemiche ed esultazioni lo scorso giugno è stata inaugurata la fermata dell’Alta Velocità, con la realizzazione della nuova stazione Supino-Ferentino e due fermate quotidiane nelle già esistenti stazioni di Cassino e Frosinone. Una scelta approvata da alcuni, contestata da molti. Tra le forze politiche contrarie a questa decisione, il Presidente Gruppo Provinciale di Forza Italia e Presidente della XV Comunità Montana, Gianluca Quadrini e il Consigliere Provinciale Gioacchino Ferdinandi, sindaco di Piedimonte San Germano, che hanno discusso a lungo con i sindaci del territorio della Valle del Liri per promuovere una stazione TAV in questa zona. A tal proposito, il Presidente Quadrini in una nota afferma – “Era il 21 giugno, a pochi giorni dall’inaugurazione della fermata del treno Alta Velocità a Cassino e Frosinone, quando io e l’amico Sindaco Ferdinandi, abbiamo riunito i sindaci della Valle del Liri per rilanciare la possibilità di una stazione Tav nel nostro territorio perché sappiamo bene delle straordinarie potenzialità che possiede ma affinchè possa essere annoverato nella rete delle grandi città ha bisogno di un segnale di sviluppo vero che contribuisca al rilancio dell’economia locale. La possibilità di una stazione Tav, idea che vagheggia dal ’94, avrebbe rilanciato il territorio della Valle del Liri. Io, insieme a Ferdinandi, ci siamo battuti affinchè questa grande occasione non venisse persa ma al tempo venimmo presi come due visionari perché andavano contro quel protocollo di intesa siglato dal Presidente della Regione Zingaretti e l’Amministratore Delegato e Direttore Generale del Gruppo FS Italiane con l’obiettivo di rilanciare il trasporto, l’economia e il turismo del Lazio. I due stessi visionari oggi riflettono sulla soppressione, a distanza di cinque mesi dall’inaugurazione, delle due fermate, Cassino e Frosinone. Mi domando allora, quale buon risultato e quale occasione di sviluppo abbia ottenuto il nostro territorio con l’attivazione delle due corse quotidiane del Frecciarossa in questi cinque mesi?”

In conclusione il Consigliere e Sindaco di Piedimonte San Germano, Gioacchino Ferdinandi in una nota afferma che continueranno la loro azione per il territorio – “Al nostro incontro presero parte due importanti esponenti fuori dello scenario politico, l’uno religioso, l’Abate di Montecassino, Dom Donato Ogliari, e l’altro parliamo del Rettore dell’Università di Cassino, prof. Giovanni Betta, che da subito appoggiarono la nostra iniziativa. Io, insieme a Quadrini, continueremo su questa strada e riprenderemo quel tavolo dello scorso 21 giugno, coinvolgendo gli operatori economici e le altre autorità affinchè ognuno possa contribuire a creare le condizioni per la realizzazione di questo progetto , vero volano di sviluppo della nostra economia locale e del turismo del nostro territorio.”

Leggi tutto...

Quadrini: “La priorità è sostenere le nostre imprese travolte dalla crisi. Poi penseremo agli assetti interni a Forza Italia, adesso recuperiamo l’unità”.

In questo momento come amministratori locali abbiamo soltanto una “mission”: aiutare i piccoli, medi e grandi imprenditori, gli artigiani, gli agricoltori, i commercianti, i ristoratori, i baristi, i titolari delle palestre. Insomma, tutti coloro messi in ginocchio dalla pandemia. Centinaia di attività hanno chiuso in provincia di Frosinone e non riapriranno più. Ha ragione il presidente di ConfimpreseItalia Guido D’Amico quando dice che gli aiuti dello Stato non sono arrivati, non si vedono. Bisognava stanziare finanziamenti a fondo perduto, non limitarsi ad interventi a macchia di leopardo che non hanno risolto nulla. Così come non ha avuto alcun senso procrastinare le scadenze fiscali. Inoltre siamo nel pieno della seconda ondata di Covid e le strutture sanitarie stanno reggendo un urto pazzesco. Se si risolve l’emergenza sanitaria sarà complicato pensare a qualunque altro scenario. In Ciociaria hanno chiuso centinaia di attività e moltissimi hanno perso il posto di lavoro. In questa situazione un partito come Forza Italia ha il dovere di smetterla con le polemiche e con tutto il resto. Siamo nella condizione di dover provare a dare una mano, dal momento che il Governo naviga a vista senza una rotta. Facciamolo direttamente sul territorio, che noi conosciamo. Facciamo sentire la nostra vicinanza a chi ha perso tutto a causa di questo maledetto virus. Non è questo il momento delle polemiche e delle contrapposizioni, non è questo il momento delle beghe di quarto ordine. Resto dell’idea che la via maestra sia il congresso: il senatore Claudio Fazzone ha detto che si celebrerà a marzo e quindi siamo ormai prossimi. C’è tempo per recuperare l’unità. Adesso però la priorità è il sostegno al nostro mondo economico.

 

Gianluca Quadrini,
presidente
del gruppo provinciale
di Forza Italia

Leggi tutto...

𝗔𝗧𝗧𝗘𝗡𝗭𝗜𝗢𝗡𝗘 - 𝗡𝗢𝗧𝗔 𝗗𝗘𝗟𝗟𝗔 𝗔𝗦𝗟 𝗗𝗜 𝗙𝗥𝗢𝗦𝗜𝗡𝗢𝗡𝗘
Dalle ore 11 di oggi è attivo il numero 𝟯𝟯𝟯𝟭𝟮𝟱𝟮𝟮𝟴𝟵 risponde h24 fornisce assistenza di qualsiasi tipo: assistenza psicologica, consulenza sui comportamenti sociali e personali, numeri di tutta la Asl, riferimenti e di qualsiasi cosa abbiano necessità cittadini e comunità. Risponde giorno e notte ininterrottamente con un operatore sempre preparato. 𝟯𝟯𝟯𝟭𝟮𝟱𝟮𝟮𝟴𝟵

 

Eduscopio 2020 premia gli istituti superiori della Provincia – Gianluca Quadrini – “I nostri istituti tra le eccellenze”

Anche in questo particolare 2020, la Fondazione Agnelli, ha pubblicato la classifica degli istituti che si sono distinti nella preparazione degli studenti durante l’anno scolastico.

Gli istituti della Provincia di Frosinone ottengono un ottimo risultato e a complimentarsi è il Presidente del Gruppo Provinciale di Forza Italia, Gianluca Quadrini, che in una nota afferma – “E’ un momento storico per l’istruzione, di disorientamento per i nostri studenti che si sono ritrovati catapultati in un modo di fare scuola lontano dal metodo tradizionale. Ma nonostante ciò, nella classifica di Eduscopio 2020 della Fondazione Agnelli, gli istituti superiori della nostra provincia hanno raggiunto ottimi risultati e sono tra le eccellenze italiane. Ritengo che, nell’ottica di questo anno particolare, Eduscopio, sia oggi più che mai un eccellente aiuto per tutte quelle famiglie possono avere difficoltà nella scelta dell’istituto superiore che formerà i propri figli. I miei complimenti anche al personale docente che, in questo scenario di grande complessità, alla luce dei cambiamenti attuali, si sta sforzando giorno dopo giorno a far si che questi portino a costruire qualcosa di positivo e possano essere un’opportunità per i giovani studenti. “

Leggi tutto...

Gianluca Quadrini si unisce  e appoggia la proposta del  Sindaco Anselmo Rotondo per la riapertura dell’ospedale di Pontecorvo.

Il presidente del Gruppo Provinciale di Forza Italia, Gianluca Quadrini, continua a battersi sull’apertura delle strutture ospedaliere chiuse nella provincia e in sintonia con il Sindaco Anselmo Rotondo, sposa la proposta della riapertura del polo ospedaliero di Pontecorvo – “mi trovo pienamente d’accordo con la proposta dell’amico Rotondo, che, con giusta causa, preme per la riapertura dell’ospedale della sua città per i pazienti no-covid. Una struttura che può ospitare circa100 posti letto, in un momento in cui i contagi non si arrestano ma si registrano numeri terribili, non può continuare a non funzionare. Strutture come quella di Pontecorvo ricoprono in questa emergenza un ruolo fondamentale. La politica non può continuare a non muovere un dito di fronte ad una situazione così grave. Mi appello a chi ha l’obbligo di impegnarsi, a chi ha il dovere di tutelare il diritto alla salute dei propri cittadini affinchè rendano operativi ulteriori posti letto in strutture ospedaliere no-covid. Mi stringo e appoggio la proposta del Sindaco Rotondo, si deve agire al più presto, prima che la situazione precipiti del tutto.” Così Gianluca Quadrini in una nota.

Leggi tutto...

“Il polo ospedaliero di Anagni deve essere al più presto riaperto” – l’appello di Gianluca Quadrini alle istituzioni

Il Presidente provinciale del Gruppo Forza Italia, Gianluca Quadrini, in piena sintonia con il Sindaco di Anagni, Daniele Natalia, sposa la causa per la riapertura tempestiva del polo ospedaliero di Anagni. – “Bene ha fatto il Sindaco Natalia a tenere alta l'attenzione sul tema della Sanità Cioc

Leggi tutto...

QUADRINI: “UN CONGRESSO NON E’ UN COLPO DI STATO, SERVE PER CONDIVIDERE STRATEGIE NON PER CONTARSI OPPURE ORGANIZZARE IMBOSCATE”.

Per quale motivo chiedere la celebrazione di un congresso provinciale o di un’assemblea pubblica viene visto come una sorta di colpo di Stato? Non è così. Anzi, credo che un evento del genere (ovviamente da celebrarsi in videoconferenza e con il rispetto delle normative anti Covid) andrebbe nella direzione di quella democrazia partecipata che sta nel Dna di Forza Italia. Fra l’altro in provincia di Frosinone l’unico partito che celebra i congressi in maniera sistematica è il Pd e sinceramente sono stufo di lasciare a loro il monopolio di questo tipo di manifestazioni. Noi siamo un partito moderato, centrista, cattolico. Esprimiamo una classe dirigente di primo livello, abbiamo sindaci e amministratori: un confronto globale sul da farsi sarebbe assolutamente necessario. Il sottoscritto, unitamente a Gioacchino Ferdinandi, aveva messo in programma un “tour” per incontrare gli amministratori e ragionare con loro sul da farsi. Poi l’esplosione della seconda ondata Covid ha bloccato il progetto. Che però resta valido. Quando l’amico Anselmo Rotondo chiedeva un coordinatore provinciale unico, non lo ha fatto per delegittimare chi guida il partito. Lo ha fatto perché esiste la necessità di avere una figura che abbia il tempo di dedicarsi a Forza Italia in Ciociaria h24. Oggi l’amico Rotondo con la sua sospensione dal partito ci ha dato un segnale che deve essere assolutamente attenzionato. Va immediatamente aperto un dialogo e programmato un confronto all’interno del partito che tenga presente tutte le sfumature e prenda in considerazione tutte le sensibilità. Forza Italia non può permettersi di perdere una figura storica come quella di Anselmo Rotondo, sempre coerente con le sue scelte, Sindaco importante di questo partito che con la sua decisione dimostra che in questo partito manca la condivisione e l’ascolto.

Leggi tutto...

“Osserviamo le regole e non abbassiamo la guardia.” Gianluca Quadrini commenta la Regione Lazio in fascia gialla.

“Il DPCM del 3 novembre inserisce la Regione Lazio all’interno della zona gialla, questo non vuol dire che siamo una zona non soggetta a rischio, anzi il virus continua ad avere numeri significativi. Per questo è importante osservare le regole di prevenzione e non abbassare la guardia, soprattutto per salvaguardare le persone fragili. Abbiamo imparato in questi mesi ad usare la mascherina e a rispettare le distanza, dobbiamo continuare a farlo. “

Gianluca Quadrini - “Mi appello al buon senso di chi ci amministra per garantire la salute dei cittadini”

“Sono fortemente preoccupato per la situazione e lo stato della sanità provinciale e delle strutture ospedaliere.” In una nota il Presidente del Gruppo Provinciale di Forza Italia, Gianluca Quadrini- “ In tutti questi mesi si sarebbe dovuta fare una analisi per verificare il reale stato dei servizi sanitari e delle strutture per individuarne i problemi, soprattutto in virtù di una provincia strategica come la nostra. E invece, ci troviamo ancora oggi, con un virus che ha la capacità di diffondersi così rapidamente da non aspettare le decisioni delle istituzioni, a non riuscire a dare risposte adeguate ai bisogni dei nostri cittadini.”

“In tutto questo tempo, si dovevano mettere in campo delle misure eccezionali per far fronte a simile emergenza ed evitare che il sistema sanitario collassasse. Registriamo, invece, liste di attesa lunghissime per visite ordinarie, impossibilità di recarsi in ospedale o al pronto soccorso perchè affollati e sottopressione. Più volte, in questi mesi mi sono fatto portavoce di queste criticità, perché stando con la gente e tra la gente capisci quanta paura e quanto disagio si sta vivendo in momento come questo. La nostra provincia presenta alcune strutture ospedaliere chiuse che potrebbero essere da ricovero e da isolamento per pazienti infetti e alleggerire in questo modo le strutture primarie così da poter continuare le attività di routine. Perché continuare a tenerle chiuse? L’appello è quello di intervenire al più presto per garantire la salute dei cittadini e mi rivolgo ai nostri governatori, al buon senso di chi ci amministra. Questo è fare politica.”

Leggi tutto...

I Consiglieri di minoranza Gianluca Quadrini, Fabio Forte e Mauro Iafrate a seguito del Consiglio Comunale ad Arpino per il dissesto finanziario – “incapacità politico-amministrativa di applicare il piano di riequilibrio finanziario del 2013”

Leggi tutto...