Gianluca Quadrini – “Il governo nazionale tuteli le piccole e medie imprese nei criteri di aggiudicazione dei lavori pubblici.

Dopo l’appello di Rotondi Cantieri, di Boville Ernica, anche Gianluca Quadrini, Presidente del Gruppo Provinciale di Forza Italia e Vice Responsabile Nazionale degli Enti Locali interviene sulla questione del criterio di aggiudicazione dei lavori pubblici sotto la soglia comunitaria. In una nota il Presidente afferma – “ circa due terzi dei posti di lavoro sono da ricercare nel settore privato e l’impatto che la pandemia da Covid-19 ha avuto sulle piccole e medie imprese è stato devastante a livello occupazionale e di sviluppo. La modifica del criterio di aggiudicazione delle opere pubbliche in maniera trasparente e legale, sotto la soglia comunitaria, introdotta pertanto gia nella Regione Sicilia, darebbe la possibilità alle piccole e medie imprese, concorrendo con pari opportunità, di garantire la loro sopravvivenza e quella dell’intero indotto attiguo, senza che queste vengano sacrificate a favore delle grandi multinazionali. Per questo chiediamo al Governo Nazionale di applicare questo criterio. Le imprese sono l’anima dell’economia e per questa ragione devono essere tutelate, perche lo sviluppo del territorio dipende dalla loro sopravvivenza. Per cui ritengo sia indispensabile un revisione trasversale a livello nazionale, che tenga conto degli effetti che la crisi economica, aggravata dall’emergenza sanitaria, sta avendo sulle nostre imprese e automaticamente su tutto il territorio e che adotti dei criteri paritari di aggiudicazione delle gare che non mettano ulteriormente in ginocchio le nostre PMI.”

Frosinone: “Lo scalo per i voli low cost è un opportunità che il nostro territorio non può perdere” – così Gianluca Quadrini, spinge sulla realizzazione del progetto.

Giorni addietro, il Presidente del Gruppo Provinciale di Forza Italia e Vice Responsabile Nazionale degli Enti Locali di Forza Italia, Gianluca Quadrini, si è fatto portavoce presso gli organi di governo nazionali e regionali, della proposta di uno scalo per voli low cost nella città di Frosinone. A seguito delle ultime dichiarazioni dell’Arpaf, il Presidente Quadrini spinge per la realizzazione del progetto e in una nota afferma – “L’Arpaf in queste ore ha chiesto la massima unione degli organi locali e nazionali per dibattere su questo tema e sulla realizzazione di un progetto così importante per lo sviluppo del territorio del Basso Lazio. Nei giorni scorsi mi sono appellato a tutte le istituzioni affinche si prendesse in considerazione questa grande opportunità in termini occupazionali, non solo aeroportuali ma per tutto l’indotto che ne deriva, e in termini di infrastrutture, considerando la posizione strategica che copre la città di Frosinone. Non dimentichiamo che a pochi chilometri c’è un’altra struttura aeroportuale dismessa, l’aeroporto di Aquino. Una pista alternativa che potrebbe essere utilizzata come scalo secondario o scalo di prossimità o esclusivamente dedicato alla manutenzione. Attraverso l’Arpaf sappiamo che le compagnie aeree low cost hanno espresso parere positivo alla realizzazione dell’aeroporto civile di Frosinone, perché questo scalo susciterebbe grande interesse vista la posizione geografica e logistica. Ancora una volta, propongo di far partire un dialogo serio con tutte le forze politiche affinchè il nostro territorio non rinunci e perda questa grande opportunità.”

Sora: il reparto Psichiatria dell’Ospedale della città rischia di chiudere. Il Presidente del Gruppo Provinciale di Forza Italia, Gianluca Quadrini, si schiera contro una simile decisione e chiede chiarezza all’Assessore D’Amato e al Direttore D’Alessandro.

“È illogico e inaccettabile chiudere il servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura dell’Ospedale di Sora” – Così Gianluca Quadrini, Presidente del Gruppo Provinciale di Forza Italia e Responsabile Nazionale degli Enti Locali di Forza Italia, ribadisce il suo dissenso di fronte alla decisione di trasferire il reparto nella struttura di Cassino. “Una tale decisione comporterebbe senza dubbio delle ricadute sociali e sanitarie sul territorio. Si tratta di un presidio che fornisce delle prestazioni importanti. Il trasferimento nella struttura di Cassino e il conseguente blocco dei ricoveri comporterebbe un ulteriore enorme disagio per le famiglie e per i pazienti, congiuntamente alle difficoltà dettate dall’emergenza sanitaria. Chiedo al Direttore Generale della Asl di Frosinone, Pierpaola D’Alessandro, e all’Assessore D’Amato che facciano chiarezza in merito a questa delicatissima decisione. Auspico che dalla Regione Lazio e dall’Asl di Frosinone vengano adottate dell’immediato delle soluzioni volte a salvaguardare i bisogni degli utenti e che tengano conto delle reali necessità delle famiglie e dei pazienti ma anche delle necessità di un’azienda ospedaliera che inevitabilmente subirà un depotenziamento a danno del territorio.”


Pagina Facebook Gianluca Quadrini

Pagina Facebook XV Comunita Montana Valle del Liri