“La didattica a distanza non puo' e non deve essere il futuro, perchè è una contraddizione rispetto alla scuola vera, fatta di presenze, contatto umano, complicità, condivisioni e anche discussioni. Rappresenta una soluzione in un momento di emergenza, ma è solo una pallida alternativa non in grado di restituire la pienezza di un'azione educativa e pedagogica.”

La fase 2 sta evidenziando tutte le difficoltà che da tempo abbiamo segnalato, con l’aggravante che famiglie, commercianti ed imprenditori sono ancora in attesa di risposte che aspettano da troppo tempo.
Se vogliamo favorire la ripresa, senza creare ulteriori danni, è necessario che la politica e le istituzioni territoriali riprendano quella centralità che compete loro per storia e diritto.

Soltanto dalle opere pubbliche può arrivare un rilancio vero dell’economia e del lavoro, anche in provincia di Frosinone. E l’unica opera pubblica che potrebbe delinearsi è quella relativa alla Tav. Che però va inquadrata in un contesto economico locale che già esiste.
La presenza di distretti industriali manifatturieri con Fca, indotto auto, marmo, carta, ceramica e “area interna” della Valcomino sono tali da rendere sempre importante l’ipotesi Roccasecca, visti e considerati i requisiti previsti del protocollo per la realizzazione della stazione Tav siglato da Regione Lazio e Ferrovie dello Stato. Emerge dalla lettura della delibera della giunta Zingaretti con annessa intesa: entrambe sono state pubblicate sul bollettino ufficiale della Regione Lazio.


Pagina Facebook Gianluca Quadrini

Pagina Facebook XV Comunita Montana Valle del Liri