Il consigliere provinciale capogruppo di Forza Italia e presidente della XV Comunità montana ing. Gianluca Quadrini da sempre attento alle problematiche inerenti la sanità della provincia di Frosinone ha voluto ribadire a gran voce quali rischi comporterebbe la chiusura oggi del presidio di polizia dell’ospedale del capoluogo. Già qualche giorno fa Quadrini è intervenuto sui casi di cronaca legati al Pronto Soccorso, troppe volte scenario di aggressioni al personale sanitario, per ultimo quella ad un medico e ad un infermiere.

Un vasto incendio è divampato questa mattina nella zona di Vallefredda a Fontana Liri, dove sono tuttora in corso le operazioni di spegnimento, anche attraverso l’intervento di un elicottero. Immediato a tal proposito è stato l’intervento dei Vigili del Fuoco, con il Comandante della squadra l’Ispettore Dott. Sergio Crescenzi che si è subito attivato nelle operazioni. Rilevante l’impegno della XV Comunità montana di Arce. Tempestivo anche l’intervento del consigliere comunale e montano Luigi Bianchi. Presente sul posto anche il sindaco della città.

L’ennesimo episodio di inciviltà verificatosi ieri al pronto soccorso dello Spaziani dove un utente in grave stato di alterazione ha brutalmente aggredito uno dei due medici in servizio ha riacceso i riflettori sui potenziali rischi cui il personale ospedaliero è esposto proprio per la funzione di servizio aperto per le emergenze. “Il personale medico e paramedico –dichiara il consigliere provinciale capogruppo di Forza Italia e Presidente della XV Comunità montana Gianluca Quadrini- ha il diritto di essere riconosciuto e trattato con educazione e rispetto in quanto professionisti e persone.

Pagina Facebook Gianluca Quadrini

Pagina Facebook XV Comunita Montana Valle del Liri