Mentre a favore dei primari la Asl di Frosinone con il commissario straordinario dott.Macchitella si avvia a riconoscere un incremento economico della parte variabile addirittura quadruplicato rispetto all'attuale, si passerebbe da 7mila e 28mila aggiuntivi annuali a testa, altre categorie quali personale infermieristico, ausiliario e vigilanti subiscono tagli drastici sia in termini di numeri che di salario.

Un’altra grande azienda ciociara rischia di essere inghiottita dal vortice della crisi, con centinaia di lavoratori che restano a guardare col fiato sospeso le decisioni che giungeranno dall'alto.Uomini, donne, lavoratori e lavoratrici già fortemente provati dalla crisi industriale degli ultimi venti anni, che ha messo in ginocchio quasi tutti i comparti dell’economia frusinate. La speranza è ancora quella di non assistere ad un epilogo drammatico, come già troppe volte è capitato in passato.

Pagina Facebook Gianluca Quadrini

Pagina Facebook XV Comunita Montana Valle del Liri